Nel nostro Centro vengono eseguite sedute di fisioterapia con i seguenti metodi:

La Rieducazione Posturale Globale

La Rieducazione Posturale Globale (metodo Souchard) è stata sviluppata attorno al 1980 dal francese Philippe Souchard fisioterapista. Ora è un metodo riconosciuto in molti paesi dell’Europa e dell’America. La Rieducazione Posturale Globale è un metodo molto efficace per la prevenzione ed il trattamento delle distonie morfo-postulali.

Tende al raggiungimento del Benessere GLOBALE dell’individuo: Fisico, Psichico ed Emozionale. Ciò permette di avere un risultato più efficace e duraturo nel tempo, perché si va ad agire sulla causa primaria, a differenza dei trattamenti classici di fisioterapia, che vanno ad agire solo sulla zona del dolore, trascurando la VERA causa di quel dolore, che di solito si trova “lontano” dalla zona dolorante in questione. Come Prevenzione risulta efficace nella : rieducazione posturale nei bambini, adolescenti e adulti, la preparazione materna, medicina del lavoro, medicina dello sport (preparazione e manutenzione Come Guarigione è fondamentale nelle: deformità della colonna vertebrale, malformazioni degli arti superiori e inferiori, dolori della colonna vertebrale (ernia discale), dolori articolari , muscolari, sintomi neurologici da cause meccaniche (intorpidimento e formicolii, mal di testa …), incontinenza urinaria, disturbi respiratori, malattie neurologiche spastica, recupero post-traumatico.

Questo metodo serve per trattare patologie come:

  • Cefalea;
  • Vertigini;
  • Cervicalgia;
  • Cervicobrachialgia;
  • Dorsalgia;
  • Lombalgia;
  • Ernia del disco;
  • Ginocchio Varo;
  • Ginocchio Valgo;
  • Alluce Valgo;
  • Blocco Meniscale;
  • Colpo di frusta;
  • Coxartrosi;
  • Distorsione;
  • Dolore Temporo Mandibolare;
  • Difficoltà nella deglutizione;
  • Gonartrosi;
  • Sciatalgia;
  • Spalla dolorosa;

La Manipolazione Fasciale Stecco

“Manus sapiens potens est”
«Solo una mano, guidata da profonde conoscenze scientifiche, può risolvere bene e velocemente un problema muscolo-scheletrico.Più si hanno conoscenze, più si riesce a risalire alla causa di un dolore e di una disfunzione articolare. Non c’è niente di magico».
Luigi Stecco ha portato in primo piano l’importanza della fascia nel trattamento delle affezioni muscolo-scheletriche. È proprio il tessuto connettivo quello che viene maggiormente preso in considerazione da questa dolce tecnica manipolativa. Un tessuto che avvolge il corpo sotto la pelle, avvolge i muscoli e li separa. Nei libri di anatomia si prende in esame il sistema muscolare da solo e non si tiene presente che è il tessuto connettivo fibroso (fascia) a far sì che il sistema muscolare interagisca con lo scheletrico; senza di esso non potremmo muoverci realmente.
Il connettivo infatti riveste tutti i livelli muscolari collegandoli tra loro, anche se di diverso tipo, e legandoli in maniera funzionale durante il movimento.
Ecco perché non sembrerà strano al Manipolatore fasciale lavorare su di un arto per stabilizzare il mal di testa.
Un massaggiatore “normale” , ad esempio, potrebbe agire direttamente nella zona del dolore, mentre un esperto in manipolazione fasciale potrebbe farvi eseguire dei test per trovare il punto di origine che, in questo caso, secondo il dottor Stecco potrebbero trovarsi a livello dell’arto superiore o persino dell’arto inferiore, quindi in questo esempio, non nella sede del dolore e cioè nella sommità del capo.
Questa manovra, usata correttamente, restituisce in breve tempo l’elasticità e la scorrevolezza tipica della fascia.
Questo farà si che dopo poche sedute il dolore svanisca.
Molti dei punti trattati possono essere sovrapponibili a quelli dell’agopuntura classica che, tuttavia, non vengono reperiti con il classico metodo della MTC (Medicina Tradizionale Cinese) ma tramite alcuni esami motori propri del manipolatore fasciale.
Una postura scorretta potrebbe determinare uno stiramento fasciale che poco alla volta porta ad una fibrosi di una zona con conseguente dolore.

Questo metodo serve per trattare patologie come:

  • Vertigini;
  • Tunnel carpale;
  • tendiniti;
  • Spina calcaneare;
  • Spalla dolorosa;
  • Spalla congelata;
  • Acufeni;
  • Alluce valgo;
  • Blocchi meniscali;
  • Blocchi articolari;
  • Borsite trocanterica;
  • Cefalee;
  • Cervicalgia;
  • Cervicobranchialgia;
  • Cisti Articolari;
  • Colpo di Frusta;
  • Coxartrosi;
  • De Quervain;
  • Distorsione;
  • Dito a scatto;
  • Dolore infrascapolare